Le Tour de France

Ci siamo….mancano pochissimi giorni….la febbrile attesa è quasi terminata….sabato inizierà la gara a tappe più famosa e antica del mondo con un parterre di concorrenti veramente impressionante…..

Presenti Vincenzo Nibali (Team Astana), campione uscente e fresca vincitore del Campionato Italiano a Superga

LAPR0382_mediagallery-article

Alberto Contador (Team Saxo Tinkoff) che cerca la doppietta dopo il Giro 2015 e aver vinto anche Rote du Sud la scorsa settimana.

giro-2015-stage-7-alberto-contador-giro-website

Chris Froome (Team Sky) in cerca di “vendetta” dopo lo sfortunato Tour del 2014 e con al suo seguito un squadra veramente fortissima

imagesGKV3YPDH team_sky_tour_2015

Il duo Quintana Valverde (Team Movistar), quest’ultimo recente vincitore del titolo di Campione di Spagna, che sicuramente non ci stanno a fare da comparse…..

Alejandro-Valverde-FOTO-MOVISTAR-TEAM_ALDIMA20130701_0021_3

Tanti i cacciatori di tappe, i migliori velocisti al mondo, gli attaccanti più agguerriti….il tutto ci accompagnerà per 21 tappe che saranno sicuramente sempre molto avvincenti….

Si parte sabato con una crono individuale di 13,8 km totalmente piatta…..che aggiudicherà la prima maglia gialla 2015…

Etappe_1

Buon divertimento a tutti!!!!!

tomas.z

Annunci

Cosa fare se…..

…..si fora un copertone tubeless.A tanti, se non a tutti, sarà capitato e così riporto volentieri l’articolo di Mtb-Mag chespiega bene come comportarsi…..

Come riparare una gomma tubeless in 30 secondi

Classica situazione: siete in giro con le vostre gomme latticizzate, e bucate. Il lattice comincia a schizzare da tutte le parti, vi fermate e le provate tutte per bloccare la fuoriuscita di aria. Fate girare la ruota come dei criceti, posizionate il foro in basso così il lattice lo dovrebbe tappare. Improvvisamente sembra che il buco si sia chiuso. Cominciate  gonfiare la gomma, ma appena accennate ad arrivare ad una pressione che vi permetterebbe di arrivare alla fine del giro, il foro si riapre.

Quante volte uno rifaccia questa operazione dipende solo dalla pazienza e dai nervi del biker. Nel 90% dei casi si finirà col togliere la gomma, sporcarsi per bene di lattice ed inserire una camera d’aria.

In questo breve tutorial voglio condividere un trucco che mi ha spiegato Thomas Frischknecht la scorsa settimana. Trucco che vi permetterà di riparare la gran parte delle forature su copertoni tubeless nel giro di pochi secondi. Premetto che se il taglio è grosso, diciamo più di 6-7 mm, non rimane altro che riparare la gomma con una pezza apposita ed inserire la camera d’aria.

1. Procuratevi un Tubeless tire repair kit

IMG_4025

Procuratevi questo kit di riparazione. Di base, è pensato per le moto, quindi potete trovarne anche di altri marchi quali Slime. Questo della Genuine Innovations, come vedete ci sono cinque strisce di gomma ed un cacciavite particolare su cui fissarle prima di inserirle nella gomma.

2. Bucate una gomma!

Se proprio volete provarlo con calma in garage, prendete una vecchia gomma latticizzata e bucatela per bene con un punteruolo o un coltello.

NB: funziona con qualsiasi gomma, anche della moto o della macchina.

3. Inserite una striscia nel cacciavite apposito

IMG_4037

Se partite per una gara, conviene fare questa operazione il giorno prima e fissare il tutto al manubrio per essere ancora più veloci (nella foto è solo un esempio, dato che la gara è sabato ed oggi è martedì).

IMG_4026

4. Inserite con forza il cacciavite nel buco

IMG_4038

Fatelo entrare per bene, quasi fino in fondo. Tenete il buco verso l’alto, così il lattice non fuoriesce.

5. Estraete il cacciavite

IMG_4040

Con l’altra mano, tenete la striscia in gomma di modo che non segua il cacciavite, anche se non dovrebbe farlo comunque. Estraete il cacciavite.

Fine.

Continuate il vostro giro. Il lattice sigillerà eventuali imperfezioni fra striscia in gomma e pneumatico.

La gomma così riparata può venire usata come al solito finché non l’avete consumata del tutto. Si tratta di una sorta di vulcanizzazione.

IMG_4041

Se siete stati veloci, basteranno poche pompate per ritornare alla pressione di partenza. La striscia è piuttosto lunga, si può quindi pensare di dimezzarla per risparmiare materiale ma attenzione, se è troppo corta il foro non verrà tappato. Fondamentale, infatti, è quanta gomma è dentro il pneumatico.

IMG_4034-750x500

Lasciate la striscia così com’è e buon giro!

Cosa ne dite???? Proviamo anche questa……

tomas.z

Importante per tutti gli Atleti del team

Mi preme giocare d’anticipo e rivolgere a tutti i nostri numerosi atleti una proposta che reputo sia molto accattivante e allo stesso tempo interessante…..La Custoza Bike del 13 settembre.

Custozabike

Intendiamoci….non è una manifestazine “agonistica” ma un modo per stare assieme una volta in più e magari cercando di renderci protagonisti come team. A Custoza abbiamo spesso lasciato il segno e anche lo scorso anno il nostro Nicola Busola è arrivato davanti a tutti….quest’anno sarebbe bello vincere la speciale classifica team….

wpid-img-20140914-wa0001.jpgwpid-20140914_122350.jpg

Di seguito vi riepilogo il regolamento della manifestazione ricordando che per formare il gruppo che potrà partecipare servono 15 atleti e mi aspetto che tutti rispondano presente….!

Info generali     mail@bike-team.it

La Custozabike è un “evento promozionale” a carattere ludico-sportivo e NON AGONISTICO che si disputa per 2 ore “No Stop-No Staffetta” su un circuito prestabilito di 10 km circa da ripetere a piacere una o più volte in sella a bicicletta del tipo: Mountain Bike.
La manifestazione inizierà per tutti domenica 13 settembre 2015 alle ore 10.00 a Custoza di Sommacampagna (Verona). La manifestazione terminerà dopo 2 ore circa, ovvero all’’arrivo dell’’ultimo atleta ancora sul percorso dopo le ore 12.00 (ora di chiusura percorso) Sarà possibile eseguire la pre-iscrizione singolarmente o cumulativa di “Gruppo” (il gruppo può essere composto da atleti/amici di ambo i sessi e appartenenti anche a società diverse). I pre-iscritti con formula cumulativa composta da un minimo di 2 atleti fino a un max di 15 atleti, parteciperanno anche per la graduatoria “Gruppi” e di riconoscimento.

La manifestazione si svolgerà sotto l’egida del Comitato C.S.I. di Verona.

Chi può Partecipare
Possono partecipare tutti i tesserati con Ente di Promozione Sportiva e i non tesserati in possesso di certificato di idoneità sportiva, per l’anno in corso, i minorenni con firma di chi esercita la potestà genitoriale.
Con l’iscrizione si autocertifica di essere in possesso dei requisiti di salute necessari alla pratica sportiva.

Cronometraggio e graduatorie
Pur trattandosi di una manifestazione NON AGONISTICA, riscontrata una grande curiosità dei partecipanti di conoscere il proprio tempo di percorrenza e volendo offrire ai partecipanti un servizio accurato e professionale, Il Chip e il cronometraggio sarà garantito a tutti i partecipanti, tale chip-pettorale sarà valido solo per la Custozabike e i biker non potranno usare i chip personali acquistati in altre manifestazioni.
Saranno disponibili le seguenti graduatorie a tempo e in km percorsi
– Tempi assoluti singoli e totale km percorsi
– Tempi assoluti gruppi e totale km percorsi
– Tempi in dettaglio giro per giro

Servizi compresi con l’iscrizione
  – sanitario con autolettiga
– personale addetto sul percorso
  – pasta party – ristoro
 
– servizio scopa
– lavaggio bici
– docce (spogliatoi campo da calcio Custoza)
– foto/video online
– cronometraggio e graduatorie
– estrazione gadget e prodotti di vario genere

Necessità Organizzative
Il Comitato Organizzatore si riserva la facoltà di modificare orari, percorsi e programmi a seconda di necessità occorse prima o durante la manifestazione.

Pre-iscrizione online obbligatoria
(senza impegno economico)
 
entro e non oltre venerdì 11 settembre 2015,
altre modalità di pre-iscrizione/iscrizione non saranno accettate!
 

Con la pre-iscrizione online verrà rilasciato il modulo di adesione che fungerà da documento per il versamento della quota di iscrizione richiesta e per la consegna del pettorale-chip prevista solo nel giorno della Manifestazione.

Il versamento dell’iscrizione, cifra composta da 15 €uro per la partecipazione all’evento + una “cauzione pettorale-chip” di 5 €uro ad atleta, avverrà solo il giorno della manifestazione presentando il modulo di adesione effettuato esclusivamente online.
Dopo la gara, rendendo il pettorale-chip, ad ognuno sarà restituita la cauzione di 5 €uro.

Sarà possibile eseguire la pre-iscrizione singolarmente o cumulativa di “Gruppo” (il gruppo può essere composto da atleti/amici di ambo i sessi e appartenenti anche a società diverse).
I pre-iscritti con formula cumulativa composta da un minimo di 2 atleti fino a un max di 15 atleti, parteciperanno anche per la graduatoria “Gruppi” e di premiazione.
Non sarà possibile aggiungere o sostituire atleti ad un “Gruppo” già esistente nell’elenco pre-iscritti.

Chi fosse interessato dia pure già la propria adesione a Nicola Bussola o a Luca Speri così da poter organizzare nel miglior modo possibile la cosa.

tomas.z

Route du Sud: Il pistolero colpisce ancora!

Alberto Contador Spain Tinkoff-Saxo team on the podium cetre as winner of teh Route Du Sud, flanked by 2nd place Nairo Quintana Colombia Movistar team right, and Pierre Roger Latour AG2R France in 3rd on teh left, also in teh young riders jersey at teh Route Du Sud 2015

Alberto Contador Spain Tinkoff-Saxo team on the podium cetre as winner of teh Route Du Sud, flanked by 2nd place Nairo Quintana Colombia Movistar team right, and Pierre Roger Latour AG2R France in 3rd on teh left, also in teh young riders jersey at teh Route Du Sud 2015

Il fuoriclasse madrileno Alberto Contador, dopo il trionfale Giro d’Italia, con un micidiale attacco nella discesa del Port de Balés, ha staccato Nairo Quintana ed è andato a cogliere il successo in solitario nella 3a tappa della Route du Sud aggiudicandosi anche la classifica generale.  Il colombiano, che aveva scollinato al suo fianco, è giunto al traguardo di Bagnères-de-Luchon staccato di 13”.

Ecco il video dell’attacco in discesa…..

quindi la discesa a volte fa più male della salita…..complimenti Alberto….

 

tomas.z

Bussola Mtb Racing team alla GranLessinia

Eccoli…..alcuni dei nostri eroi che hanno partecipato sabato e domenica alla Granlessinia, sotto li vediamo alla partenza di sabato mattina.

image

Già pronti a dare spettacolo…..

image

E poi si sono viste qualche anticipazione che i prof utilizzeranno la prossima stagione per la reintegrazione durante le tappe lunghe di Giro, Tour e Vuelta…a mostrarci il tutto è stato Marco Marini che ha deciso di puntare su alimenti naturali e abbandonare i classici gel liquidi…..

image

image

Diversi atleti hanno percorso il “Corto” di 150 km, mentre Nicola Bussola e Mirko Zocca si sono cimentati nella due giorni con il tracciato Extreme di 300 km.

Complimenti veramente a tutti i nostri incredibili atleti che sono stati impegnati poi nel reintegrare le energie bruciate con ottimi pranzetti…..sotto vediamo Gualtiero che da atleta molto esperto sa bene come comportarsi il giorno seguente ad un impegno così gravoso….

image

image

Di seguito vi sono i dati rilevati dal Garmin di Mirko Zocca….

image
E il tempo pedalato da Nicola Bussola….
image

Cose da far invidia ad un professionista….bravissimi ragazzi!!!!!

Scritto con WordPress per Android

GranLessinia Focus Randonée

Sabato e Domenica si partecipa a questa bellissima manifestazione e il Bussola Mtb Racing Team porta in griglia ben 29 atleti suddivisi nei 3 percorsi di MTB…..ma diamo un occhio più particolareggiato in che cosa consiste….direttamente dal sito ufficiale….

image

GranLessinia Focus è l’ultima iniziativa dedicata agli appassionati di ciclismo nata in terra veronese. La filosofia di base è quella di una randonnèe, la gran fondo francese dove non esiste agonismo, non esiste una classifica, le distanze sono molto lunghe, ma alla portata di tutti. Viene cronometrato il tempo, ma solo per dare una gratificazione al ciclista che vuole cono- scere la sua performance, ma non esiste un vincitore. É un ciclismo diverso non esasperato dalla competizione, dove chi ti sta vicino non è un avversario, ma un compagno di avventura. Ma l’organizzazione ha voluto aggiungere a GranLessinia Focus un pizzico di appeal in più. Già di per sé GranLessinia Focus si può definire una manifestazione epica: 170 o 110 i chilometri da percorrere sulle strade antiche della Lessinia, oppure 125 o 55 chilometri per chi preferisce la mountain bike, attraversando borghi antichi e luoghi caratteristici che hanno fatto la storia di questo bellissimo territorio e lungo il percorso non mancherà la possibilità di buttare lo sguardo in splendidi panorami mozzafiato. Sebbene dunque lo spirito della manifestazione abbia privilegiato l’aspetto sportivo e non competitivo, per incentivare il senso di partecipazione di squadra, lungo i due percorsi, quello dedicato alla strada e quello più pret-tamente fuoristrada, sono stati individuati due tratti in salita che verranno cronometrati. La somma dei tempi migliori di cinque atleti appartenenti alla stessa so- cietà daranno origine ad una speciale classifica con la qua- le si assegneranno premi di valore. Il regolamento prevede che il ciclista viaggi in completa autonomia. Il percorso è parzialmente segnalato, ad ogni partecipante viene consegnato un “schede informative del percorso” e per chi possiede un navigatore satellitare il file gps. Esistono naturalmente punti di controllo e il mancato passaggio esclude il ciclista dalla manifestazione. Il tempo massimo di percorrenza è importante, anche per permettere il buon svolgimento della manifestazione, ma non è la cosa “più importante”. Non si parte tutti assieme, ma si è liberi di prendere il via in un lasso di tempo stabilito, generalmente un’ora.

007a

Per chi volesse sapere davvero tutto basta cliccare su: Granlessinia per leggere proprio tutto il regolamento….buon divertimento a tutti.

tomas.z

È tornato il frullatore!

image

Come direbbe il grande e simpaticissimo Riccardo Magrini… Chris Froome(Team Sky)  si aggiudica il Criterium du Dauphine 2015 vincendo anche le ultime 2 tappe mettendo alle corde un splendido TJ Van Garderen(BMC) che ha dato battaglia per tutta la settimana.
Con un Froome così però c’era veramente poco da fare….scatto impetuoso, tattica di gara perfetta e una squadra a supporto veramente stratosferica.
Per chi volesse vedere gli highlights della gara di ieri…..lascio il video…peccato non aver trovato quello con il commento di Magrini….

tomas.z

Scritto con WordPress per Android