Bussola Cicli su Facebook

Il negozio di Bussola Cicli si sdoppia e sbarca anche sul social network più famoso per creare un collegamento immediato e interessante così da poter ammirare i gioielli presenti e le novità più accattivanti del mercato.

Due negozi: uno dedicato solamente alle bici e uno per l’abbigliamento e accessori… Per dare un servizio sempre piu completo e professionale. Trek e Cube nel negozio storico che diventa solo bike e officina, abbigliamento e accessori Bontrager, Cube e tanto altro nel nuovo punto vendita dedicato esclusivamente al look del ciclista.

Entrambi i negozi si trovano ancora in Piazza Davide Begalli a Pedemonte, Vr.

Il nuovo negozio dedicato ad abbigliamento ed accessori.

Le due pagine Facebook su cui cliccare “MI PIACE” sono :

BUSSOLA SRL e BUSSOLA CICLI SNC

Cosa aspettate….fatelo subito per non perdervi preziose informazioni sul nostro fantastico mondo a due ruote e su tutte le innovazioni 2016 del mondo TREK e CUBE…. e non dimenticatevi di passare a trovarci…

La nuova Trek Procaliber 9.8 appena consegnata

tomas.z

Tributo a Peter Sagan

A qualche giorno dalla vittoria del titolo mondiale su strada in quei di Richmond (Usa),  mi sembra doveroso mostrare gli Highlights della corsa di domenica…..rifatevi gli occhi di come si conquista una vittoria (la più importante per chi pedala) da soli, senza squadra, contro formazioni molto ben assortite.

Immenso PETER SAGAN!!!!!

QUARTA BABY CUP PRINCY

La quarta edizione della Baby Cup Princy cambia location e centra, ancora una volta, l’obiettivo.

In un ampio prato incastonato tra un vigneto e un bosco, ai piedi di una magnifica villa secentesca con annessa cappella, si è svolta la gara di mountain bike ideata da Giovanna Bonazzi, la pluricampionessa mondiale di downhill, ora conosciuta anche come la “Parona del gelato”, in memoria di Claudio Princivalle, per tutti il Princy, maestro di sci e precursore della MTB in Italia.

Fu proprio lui a costruire la bicicletta Princycles della grande Gio’.

L’odierno tracciato di gara ha riproposto la chiocciola, una lunga spirale con inversione di marcia, che ha caratterizzato anche le precedenti Cup Princy. Poi brevi, ma ripide rampe sull’erba, e la diversa lunghezza del percorso hanno contrassegnato la difficoltà di ogni singola gara.

image

Ma la competizione di MTB, aperta a tutti tesserati e non, è stata sì l’evento scatenante di questa giornata ma non l’unico. Anzi! All’ombra di maestosi alberi un piccolo, grande esercito di persone ha dato vita ad innumerevoli attività ricreative, istruttive ed educative. Vigili del fuoco, polizia municipale, maestri di sci, sanitari del pronto soccorso, giocolieri, maestri arcieri, meccanici di biciclette, animatori, tutti muniti di entusiasmo, pazienza, e voglia di trasmettere insegnamenti, hanno creato una gigantesca giostra dove bambini, ragazzi e molti adulti saltavano come cavallette da un posto all’altro sperimentando e imparando, in un’atmosfera gioiosa e spensierata.

Pur in una giornata di festa i giovani bikers hanno saputo mantenere concentrazione e serietà provando prima il percorso e dando poi il massimo in gara.

E così Pietro Genesini sfiora la vittoria, Enrico Dal Ben si prende la rivincita sulla sfortuna della settimana precedente e conquista il podio. Sara si sforza di dosare la potenza del motore controllando di avere sempre a ruota la tenace amica, tagliano insieme il traguardo, e Marta si prende una grandissima soddisfazione e rivincita sulla sua diretta avversaria che oggi si deve accontentare del gradino più basso del podio.

Riccardo Aspetti pare annoiarsi sul piano mentre sulle rampe scatta come una molla. Andrea Foroni conquista un’altra vittoria in un percorso completamente pianeggiante. Andrea Gobbi ha un fan d’eccezione, il fratello Nicolò con il braccio ingessato che ottiene il permesso di stare all’interno del percorso fettucciato.

Andrea Gobbi e Lorenzo Tosi pur partendo in ultima griglia dietro a tantissimi G0, conquistano la testa del gruppo e fanno il vuoto. Per pochissimo taglia per primo il traguardo Lorenzo, e così con la sorella Giulia bissano il grandioso risultato della settimana scorsa, questa volta anche sotto gli occhi orgogliosi dei nonni e dello zio. Matilde Turina si conferma una campionessa.

Brilla la prestazione di Francesco Vacchini per grinta e potenza, scegliendo meglio le traiettorie potrà sicuramente primeggiare.

Bravissimi tutti: Chiara, Elisa, Francesco B., Enrico, Mattia, Davide, Jacopo, Giovanni, Riccardo P., Lorenzo P., Luca, Tommaso, Edoardo, Nicolò R., Pietro C., Elia, Filippo, Gloria… per aver gareggiato ed aver portato la nostra squadra alla conquista del secondo gradino del podio a squadre. E un plauso speciale ad Elisa, Paolo, Giorgio, Vincenzo, a Pio e a Valeria per essere stati parte attiva e fondamentale nella realizzazione della gara e nella riuscita della manifestazione, occupandosi delle iscrizioni, delle griglie, dell’ordine d’arrivo e persino del fischio di start di ogni singola gara. Un grande ringraziamento agli apri pista, entrambi del team Bussola Mud&Rock, Sebastiano e Giulio, veramente due professionisti. Ed infine cosa possiamo dire al nostro presidente Nicola Bussola che come una trottola ha girato per ore chiudendo ogni gara, quando le gare sono state ben 12?!

La lunga giornata di festa termina con la consegna a tutti i giovani atleti dell’originale Medaglia rompicapo in legno costruita dalla moglie del Princy, la sorella di Giovanna. E mentre quest’ultima chiama sul palco tutti i volontari che hanno contribuito al successo dell’evento la sorella la omaggia con un mazzo di fiori.

La visibile e struggente commozione della Gio’, i tanti partecipanti, il clima di festa, i moltissimi volontari, la gioia palpabile, la cornice stupenda…non possono che voler dire una sola cosa: Obiettivo centrato!

Qualche foto per capire di che cosa stiamo parlando e di quanto si sono divertiti i nostri piccoli campioni:

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

 

image

image

 

Scritto con WordPress per Android

GF. d’Autunno….Bussola Mtb Racing Team risponde presente!!!

Cadono le foglie…..il fresco di prima mattina comincia a farsi sentire e come ogni anno torna la “Nostra Classica delle foglie Morte” a chiudere ufficialmente il calendario off road veronese.

20150927_074258[1]

Bussola Mtb Racing Team presente e schiera ai nastri di partenza Tomas, Cristiano, Walter, Luca e un mai domo Davide Passarini.

Gara molto “cattiva” con un percorso veramente stupendo e divertente che non ti lascia mai respirare, ne in salita ne in discesa, come un vero e proprio XC in linea. Il terreno quest’anno si presentava con un fantastico grip ma che faceva da padrone erano le durissime salite che chilometro dopo chilometro segnavano le gambe.

FB_IMG_1443373802625[1]

Tomas Zandonà

Walter compie una vera e propria gara della vita rimanendo nelle posizioni che contano praticamente tutta la gara, mentre Cristiano….una volta arrivato e abituato com’è alle ultra Marathon…stava facendo un pensierino sul secondo giro di percorso…

Vanno a premiazione Luca e Walter nelle loro rispettive categorie e ben si piazzano tutti gli altri…

IMG-20150927-WA0015[1]

Premiazione Walter

20150927_120304[1]

Tomas all’arrivo

Menzione particolarissima per Gualtiero che, da vero “motorman“,ci assiste in corsa con rifornimenti e assistenza meccanica, cosa che risulta sempre molto preziosa e gradita.

Complimenti a tutto lo staff organizzativo della manifestazione per aver mantenuto uno standard qualitativo molto elevato, come oramai ci ha abituato negli anni, su di un percorso ben segnalato, con parecchio personale a vigilare e con un occhio particolare alla sicurezza degli atleti.

Adesso……..si riposa!!!!!!!

tomas.z

Provando la GF D’Autunno

Tre loschi individui sono stati individuati mentre perlustravano, ieri sera, parte del tracciato finale della Gf d’Autunno che si correrà domenica prossima.
Eccoli mentre si godono gli ultimi raggi di sole….

image

Non vi fate incantare dalle immagini…sono molto “strani” e da tenere alla larga….soprattutto quello centrale che ieri sera ne ha combinata una per colore….. vero Davide???

tomas.z

Scritto con WordPress per Android

Cronometro mondiali 2015

Siamo entrati nella “settimana santa del ciclismo mondiale”con le prove di specialità e ieri è stato assegnato il titolo per la specialità a cronometro con  Vasil Kiryienka, bielorusso del team Sky, che mette tutti dietro e indossa la maglia che tutti vorrebbero avere…e lasciando al nostro Adriano Malori, team Movistar, la medaglia d’argento con un distacco di 9 secondi.

Campionati del Mondo Richmond 2015 - Road World Championship 2015 - Cronometro Uomini Elite' 53,5 km - 23/09/2015 - - foto Luca Bettini/BettiniPhoto©2015

Il Podio

Vasil Kiryienka team Sky

Podio imprevedibile ed altamente difficile da pronosticare alla vigilia, con Vasil Kiryienka che veste la maglia iridata ed esulta tra Adriano Malori (a 9″) e Jérôme Coppel (a 26″). Giù dal podio il bravissimo spagnolo Jonathan Castroviejo, a 29″, tutti gli altri oltre il minuto di margine. A 1’01” Tom Dumoulin, a 1’07” Rohan Dennis, a 1’16” Tony Martin, un secondo peggio Maciej Bodnar, a 1’22” l’altro polacco, Marcin Bialoblocki ed a 1’31”, decimo, il secondo azzurro, Moreno Moser. Attorno al trentino, alla vigilia, c’era molta perplessità, ma il nipote di Francesco ha zittito tutti con una prestazione davvero buona.

Adriano Malori Team Movistar

Ottimo, in stato di grazia invece Adriano Malori, che quell’oro pesante in un giorno non lontano se lo prenderà; già stravinse a Varese nel 2010, quando gareggiava tra gli Under 23, e le prossime fermate sono i Giochi Olimpici di Rio ed il Mondiale di Doha, l’anno venturo. Una certezza ed un lavoro su cui proseguire per il futuro, per Davide Cassani: questo rappresenta la crono di Richmond. Per Vasil Kiryienka, invece, il coronamento di una carriera al servizio dei migliori, non senza levarsi qui e là qualche bella soddisfazione. Questa, di sicuro, è la più bella.

tomas.z

5° TROFEO CITTA’ di CASTELNUOVO

Ed eccoci giunti all’ultima tappa della Verona Cup Kids.

A fare gli onori di casa sono gli amici dell’AlmaBike, una grande squadra dalle t-shirt turchesi che, grazie ad esperienza e passione, hanno dato vita ad un evento tra i più belli del panorama della mountain bike veronese dedicata ai giovanissimi.

In un ampio luogo immerso nel verde, che si raggiunge lasciando il centro di Cavalcaselle, seguendo una lunga stradina in mezzo alla campagna, è stato creato, con la collaborazione della Natura, un tracciato degno di ospitare una vera gara di MTB. Completamente sterrato, impegnativo, tecnico, a tratti insidioso, il tracciato così disegnato ha dato ai giovani bikers le possibilità di esprimere le proprie doti tecniche, oltre alla potenza e alla resistenza allo sforzo.

Sotto un sole splendente e straordinariamente caldo per il periodo, si sono svolte gare impegnative e combattute fra i tanti giovani atleti che vi hanno partecipato. E c’era fra di essi, i loro genitori e i loro maestri, chi faceva i conti sommando i punteggi ottenuti in questa kids Cup, essendo stata oggi l’ultima possibilità per tentare di raggiungere l’ambita Maglia di Campione 2015, o per consolidare l’importante risultato già raggiunto.

Anche noi della Mud&Rock avevamo nella mente un numero, tutti lo stesso. E più che nella mente era nel cuore di ognuno di noi. Era il numero 54.

Eccolo

20150919_174302

Il numero di Nicolò Gobbi.

IMG-20150919-WA0028

Questo è stato l’evento, o meglio il pensiero che ha accumunato tutti noi, facendoci sentire ancora più squadra.

Poi, ognuno dei nostri giovani atleti meriterebbe un commento, dalla grinta impressionante di Luca Zini, alla determinazione della fortissima Matilde Turina che quando esulta al traguardo, come oggi, ci spaventa un po’, dalla grazia di Sara, alla tenacia di Marta, da Chiara Pontara che su un percorso per vera mountain bike esprime le sue doti e vince, ad Andrea Foroni che supera attimi di smarrimento per una variante in gara e vince in volata, da Jacopo che cresce e finisce con onore la sua gara, alla freddezza di Lorenzo che insieme alla sorella Giulia regalano alla famiglia Tosi due splendidi primi posti, dal sorriso di Elena che con le sue bionde trecce insegue con caparbietà avversarie molto più grandi di lei, a Davide Turina che sfiora un difficile e combattuto podio, ad Andrea Gobbi che gareggia senza essersi fatto impressionare dall’infortunio subito dal fratello, dallo sconforto di Enrico Dal Ben che taglia il copertone ed è costretto al ritiro in una gara a lui congeniale per tecnica e potenza, che l’avrebbe visto sicuramente sul podio, a Pietro Genesini che, ancora una volta, dà tutto sé stesso, e a tutti, bravissimi!

Elisa, Matteo C., Riccardo, Gloria, Mattia, Edoardo, Elia, Francesco, Matteo B.,Giovanni, Giulia B., Zeno, Tommaso, Pietro…, bravissimi per aver colto il guanto della sfida e per averci regalato, oltre allo spettacolo, anche il sorriso. Mille occhi servirebbero per catturare attimi significativi di ognuno di voi.

Vi omaggiamo con i nostri applausi e con le foto delle premiazioni di ciascuno.

20150919_183747 20150919_184011

20150919_184351 20150919_184541 20150919_184813 20150919_184921

20150919_185059 20150919_185207 20150919_185345 20150919_185455

Infine, grazie a tutti, ad ogni singolo atleta in gara, per aver portato la Mud&Rock alla conquista del secondo posto nella classifica a squadre.

20150919_185631

Ringrazio Erica per l’emozione che ha trasmesso in queste righe…..

tomas.z