La Mesa Bike Open

Sabato si sono cimentati i big  della mtb sul percorso della Mesa Bike ed è stato molto interessante ammirare i veri campioni su un percorso che il giorno dopo sarebbe stato terreno di gara per i Master. Nel video sotto si possono ammirare i momenti salienti della gara con  i punti più critici….buona visione…

Nb. Nell’anteprima oltre a Nicolas Pettinà, il vincitore per la categoria Open, fa bella mostra anche Tommaso, mio figlio, che dopo aver visto i big correre mi confida che secondo lui….erano passaggi semplici…boh!!!

 

tomas.z

Omloop Het Nieuwsblad 2016

La primissima di una lunga serie di classiche fiamminghe,affrontata con il sole ma con una temperatura di 5gradi, ha già mostrato degli spunti molto interessanti….

Quando una corsa se la giocano – tra gli altri – il Campione del Mondo (Peter Sagan Team Tinkoff), uno dei più forti rappresentanti della categoria per questo tipo di gare (Greg Van Avermaet Team BMC), e uno dei giovani migliori (Tiesj Benoot Lotto Soudal ) dell’intero panorama ciclistico, e tutti e tre finiscono poi sul podio, al termine di una prova tambureggiante e palpitante, ci si alza da tavola più che sazi.

A vincere è stato un immenso Greg Van Avermaet che ha avuto la meglio allo sprint proprio su Sagan, al termine di una corsa veramente avvincente sino agli ultimi metri.

Per gli Highlights vi lascio al video seguente che mostra le “fasi salienti” della gara; buona visone…

 

Oggi si replica sulle strade fiamminghe con la Kuurne-Bruxelles-Kuurne, corsa storicamente più facile e più adatta alle ruote veloci; ciò non toglie che, come sempre a queste latitudini, lo spettacolo non mancherà.

 

tomas.z

La mesa bike track test

Oramai la prima gara a cui parteciperanno i nostri atleti è vicinissima; domenica difatti ci ritroveremmo a Rivoli per “La Mesa Bike” campionato XCO d’Inverno.

Grazie all’amico Davide Turati abbiamo la possibilità di anticipare quelle che saranno le difficoltà e i punti chiave del percorso…. buona visione.

tomas.z

 

 

Strade Bianche….quasi ci siamo!

 

SAGAN, ŠTYBAR, CANCELLARA, VAN AVERMAET, VALVERDE,
NIBALI, LANDA, CHAVES: SFIDA TOTALE ALLE STRADE BIANCHE
Gli specialisti di questi percorsi si sfideranno, sabato 5 marzo, tra gli sterrati delle Crete Senesi. Partenza e arrivo a Siena dopo 176 chilometri. Nove tratti di strade bianche per un totale di 52,8 km.

A sfidare il vincitore dello scorso anno, Zdeněk Štybar, ci saranno tra gli altri il Campione del Mondo su strada UCI in carica, Peter Sagan (secondo nel 2014); Fabian Cancellara che, dopo i successi del 2008 e 2012, è alla ricerca del tris per iscrivere indelebilmente il suo nome su un tratto del percorso; il belga Greg Van Avermaet, secondo nella passata edizione; lo spagnolo Alejandro Valverde terzo sia nel 2014 che nel 2015; Vincenzo Nibali, Mikel Landa ed Esteban Chaves, da parte loro, proveranno a contrastare gli specialisti di questi terreni.

Preparatevi perché sarà spettacolo puro in quella che è diventata una classica a tutti gli effetti e che apre il periodo sacro delle corse di un giorno.

Se volete gustarvi la promo (emozione vera) vi incollo il video qui sotto:

 

 

tomas.z

-Segafredo:#Coffee Ride

Bellissimo spot che mette in campo tutti gli sponsor del nostro team preferito…cosa c’è di meglio la mattina di un buon coffee per partire con il giusto slancio???

Because every ride is a coffe ride.

Bello il messaggio….mi piace….

 

tomas.z

Preparazione invernale….trova le differenze

Esistono preparazioni invernali con varie filosofie….c’è chi predilige la bicicletta anche in inverno, c’è chi si scorda di pedalare e si impegna con pesi ed esercizi a corpo libero…..e c’è chi libera la mente completamente per qualche mese.

Vediamo ora due filosofie:Nino Schurter (team Scott) e il nostro Davide Passarini.

Secondo il vostro arbitrario giudizio….qual’è la preparazione migliore tra le due per affrontare al meglio la lunga stagione agonistica?

 

tomas.z

Tour of Oman stage 3

Ultimi chilometri fatti per intero fuori soglia….squadra che lavora al massimo, strade larghe, vento e tanta fatica. Questa la tappa vissuta ieri al Tour of Oman con un Alexander Kristoff (team Katusha) che lascia agli altri solo le bricciole.

Rimane leader della gara Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) con 4″ su Vincenzo Nibali (Astana), 6″ su Greg Van Avermaet (BMC) e Romain Bardet (AG2R), 8″ su Serge Pauwels (Dimension Data), 10″ su Rui Costa (Lampre), Jakob Fuglsang (Astana), Domenico Pozzovivo (AG2R) e Davide Rebellin, 16″ su Patrick Konrad (Bora) e Tom Dumoulin (Giant), 24″ su Gianluca Brambilla (Etixx).

Oggi l’atteso arrivo in salita di Green Mountain, al termine di una tappa di 177 km che partirà dalla Knowledge Oasis della capitale Muscat. La salita conclusiva, già di per sé dura per essere appena a metà febbraio, sarà ancora più tosta rispetto alle scorse edizioni, visto che si arriverà ancora più in alto: la classifica oggi pomeriggio sarà completamente stravolta.

 

tomas.z