Prove di mtb…..

Per tutti o quasi è arrivato il momento del riposo, il clima diventa più fresco, le gare sono terminate e si inizia a vestirsi un po di più…… e allora cosa di meglio che portare a spasso dei giovani ciclisti che per tutta la stagione hanno utilizzato le ruote fini e che vogliono solcare gli sterrati della zona di Custoza?

I Barlottini’s boys hanno accompagnato me e la mia Trek per qualche ora di pura goduria……

tomas.z

Annunci

Come dice Davide Passarini…..

….Siamo una squadra fortissimi!!!!!

20160709_072816[1].jpg

Ecco un’immagine caratteristica della Dolomiti Superbike di sabato, in quei di Villabassa.

Ma partiamo dall’inizio…. venerdì pomeriggio ci siamo dati appuntamento  a Villabassa appunto, per prepararci, ritirare il pacco gara, vista la partenza nelle prime ore del mattino e l’imponente numero di partecipanti, e cenare tutti assieme assistiti da un’ottima logistica-organizzazione da parte di Davide e Giovanna che ci accolgo nel loro “accampamento“.

20160708_183431.jpg

Tomas e Tommaso al ritiro pacco gara.

 

Si ride, si scherza, si mangia,si beve del buon vino e si discute di strategie di gara con Tomas, lo scrivente, che è chiamato a partire subito “a tutta” vista la scelta del percorso da 60 km, gli  altri invece ad una gara “più accorta” visti i 119 km che gli aspettano.

20160708_202125

20160708_202207[1].jpg

Si va a letto presto, ma pare passi solo qualche minuto che è già tempo di alzarsi, far colazione e mettere il numero su bici e schiena….

Tutto il team, o quasi, è in quarta griglia con più di 3500 persone davanti, per gli altri non è un problema ma per me potrebbe essere un grossissimo impedimento nei primi km di gara.

20160709_072824

 

Alle 8:00 in punto partiamo anche noi e come previsto, dopo qualche centinaio di metri, su di una salitella, ci tocca fermarci e mettere il piede a terra….per tanti è una manna dal cielo, così da poter tenere un ritmo tranquillo anche nei primi km di gara, ma per me diventa subito una rincorsa asfissiante alla ricerca dello spazio utile per poter superare i vari concorrenti partiti prima di noi.

Per i primi 15 km si sale costantemente, tra scenari incantevoli e temperature gradevoli, poi arriva la prima lunghissima discesa dove si supera a destra, a sinistra, in centro, ovunque ci sia spazio utile…..segue un lunghissimo tratto di trasferimento che corrisponde alla famosa ciclabile Cortina -Dobbiaco dove si viaggia costantemente sopra i 40 km/h.

A Dobbiaco, circa dopo 38 km percorsi, è posto il bivio tra Classic e Marathon e mentre saluto chi a usufruito gratuitamente della mia ruota per circa 10 km, mi dirigo verso l’ultima lunga salita di giornata.

La strada è veramente impegnativa , il caldo comincia a farsi sentire e solo a guardare dove si deve arrivare, sulla punta del monte, lo sconforto vorrebbe prendere il sopravvento….dico vorrebbe perché la testa sabato era carica al 100% continuando a spingere ad un’ottima frequenza…

Ultima bellissima discesa, nel sottobosco appena umido, tra radici, sassi e salti naturali mi esaltano e ci porta allo striscione dell’arrivo. 2 ore 49 min, questo il tempo finale della mia gara che mi mette in 79° posizione assoluta e 17° di categoria…non male.

Dopo una doccia, un ottimo pasta party con Tommaso che mi ha accompagnato in questa avventura.

20160709_121032

Pasta Party

20160709_123614

Tommaso e Francesco Casagrande

Ci scappa anche una foto con Francesco Casagrande, ex prof. di ciclismo su strada e vincitore di Tirreno-Adriatico, Classica di San Sebastian, Freccia Vallone e in maglia rosa per diverse tappe.

Il pensiero in quel momento era rivolto a miei compagni di squadra che stavano ancora pedalando e faticando sotto il sole e che impiegheranno più di 7 ore per concludere la loro “Impresa”.

IMG-20160709-WA0008.jpg

Eccoli qui i nostri eroi all’arrivo.

Esperienza sicuramente positiva e di seguito, con piacere inserisco nomi e risultati di tutti i componenti del Bussola Mtb Racing Team.

119-M4M 79. Bianchetti Paolo 1971 San Pietro in Cariano (VR TEAM BUSSOLA 7:10.21,7 2:09.19,6 (2516) Urkunde Foto 16,590

119-M4M 140. Bussola Nicola 1970 Verona (VR) BUSSOLA MTB RACING TEAM A 7:39.38,3 2:38.36,2 (4130) Urkunde Foto 15,533

119-M1M 43. Dantone Cristiano 1983 Negrar (VR) TEAM BUSSOLA MUD & ROCK 7:01.58,4 1:25.40,4 (4207) Urkunde Foto 16,920

119-M5M 59. Passarini Davide 1965 Bussolengo (VR) BUSSOLA MTB RACING TEAM A 7:05.18,0 1:26.25,6 (1483) Urkunde Foto 16,788

59-M3M 17. Zandoná Tomas 1975 Sona (VR) BUSSOLA MTB RACING TEAM A 2:49.11,2 23.55,9 (4174) Urkunde Foto 20,923

119-M6M 63. Zini Marco 1957 Pescantina (VR) BUSSOLA MTB RACING TEAM A 8:16.27,2 1:53.20,3 (3317) Urkunde Foto 14,382

119-M2M 32. Zocca Mirko 1981 Pescantina (VR) team bussola mud & rock 6:32.47,0 53.08,4 (4278) Urkunde Foto 18,177

Complimenti veramente a tutti…. a chi è arrivato con la forza delle gambe e a chi, invece, ha dovuto ricorrere a testa e caparbietà nel momento  in cui il fisico diceve basta…..

tomas.z

 

 

L’Eroica

Prendetevi qualche momento…..un buon bicchiere di vino rosso, le luci leggermente abbassate. Assaporate e percepite che cos’è l’Eroica… la Woodstock della bici eroica e dei tempi oramai smarriti.

Per me è stato amore puro e con un po di nostalgia attendo ottobre 2016 per poter reimmergermi in questa atmosfera magica che non può lasciare indifferenti.

tomas.z

Rispettati i programmi

Michele M, Mirko, Tomas, Walter, Paolo e Davide Arduini in prestito dal team Focus….ecco i nomi degli atleti che ieri si sono ritrovati, di buona mattina, a Bussolengo per la prima ufficiale uscita di gruppo in preparazione alla stagione 2016 che per noi è già iniziata.

wpid-20141109_095801.jpg

tomas.z foto di repertorio

wpid-20140216_092301.jpg

Michele M. foto di repertorio.

wpid-20141109_095821.jpg

Mirko Zocca foto di repertorio

Con un avvicinamento al lago in tutta tranquillità decidiamo di tirare dritto a Castelletto di Brenzone, dove era stato determinato il giro di boa, proseguendo verso Malcesine per una tappa caffè ma soprattutto per dare un saluto a Gualtiero “impegnato” nella “Gardesana“, un ritrovo di bici d’epoca.

wpid-img-20151025-wa0000.jpg

Tomas.z e Gualtiero subito dietro

wpid-img-20151025-wa0003.jpg

Gualtiero in abbigliamento e bici vintage

Dopo la pausa ristoratrice decidiamo per il rientro con variante della salitella del “Pigno” che è stata affrontata a ritmo blando visto il periodo dell’anno.

A Bussolengo il “rompete le righe” con rientro per tutti alle rispettive abitazioni  ma con un Walter in sofferenza per il chilometraggio raggiunto ma soprattutto per i bagordi della nottata precedente.

Termino con 125 km in 4 ore precise….praticamente un giro del lago….tanta roba!

tomas.z

.

Eroica…. goduria pura.

Colori bellissimi, profumi inebrianti, un’atmosfera sia il sabato che la domenica d’altri tempi, fatica, sudore ma tanta soddisfazione….ecco cos’è stata per noi l’Eroica di Gaiole in Chianti. Tanto ci aspettavamo e tanto abbiamo ricevuto.

Migliaia di appassionati di biciclette storiche si sono dati appuntamento per pedalare assieme, su dei percorsi difficili da  trovare altrove, ma anche per mostrare ad altri intenditori il proprio gioiello a due ruote.

20151003_184128[1]

20151003_184135[1]

Coinvolgente il mercatino allestito che dava la possibilità di acquistare dei veri e propri pezzi di storia o di curiosare tra questo e quel componente che magari si stava cercando da tanto tempo.

20151003_181102[1]

20151003_190354[1]

20151003_190407[1]

La sera di sabato ci siamo concessi una cena assaporando del buon vino e degustando le prelibatezze della terre toscane ben consci di quel che ci attendeva la mattina seguente.

20151003_203502[1]

La domenica mattina la sveglia è suonata presto e dopo aver indossato i nostri abbigliamenti storici”  ci siamo recati in zona partenza per iniziare un’avventura di cui tanto abbiamo letto ma su cui rimaneva un’incognita per gambe e testa….

20151004_064336[1]20151004_081154[1]

20151004_081845[1]

Partenza alla francese per quello che per noi è stato il percorso da 135 km e quasi 2400 mt di dislivello con circa 90 km di strade bianche, da percorrere con delle bici del secolo scorso dal considerevole peso ma dal forte carattere.

Bellissimo il video che documenta la prima salita di giornata…..guardatelo!!!!

Il meteo ha reso ancora più “Eroica” questa giornata difatti ha piovuto per gran parte del percorso…ma chi ha mai pensato di abbandonare?

Le salite si presentavano sempre molto arcigne e quasi sempre sterrate ma con tanta caparbietà e “gusto nel soffrire” abbiamo preso di petto ogni problema (anche meccanico) e risolto. Veramente degna di nota la salita delle “SANTE MARIE” durissima e praticamente impossibile da percorrere sulla bici……impossibile per gli altri ma non per noi che siamo riusciti a scollinare senza mai posare il piede a terra.

20151004_083429[1]20151004_092149[1]

Dopo 6 ore e 45 pedalate, ma 7 ore e 45 reali (ci siamo fermati praticamente tre volte ai ristori per rifocillarci e sistemare le nostre bici), siamo rientrati a Gaiole terminando la nostra impresa epica che sicuramente avrà un seguito.

20151004_162517[1]

Dopo una doccia e una cenetta veloce ci siamo immersi nuovamente nel mercatino facendo una scappata anche al nuovissimo “Eroica Caffè” con annesso museo del ciclismo per poi rientrare in tarda serata a casa.

20151004_182245[1]20151003_180801[1]

Un’esperienza diversa e da condividere con amici per gustare a fondo un territorio e una storia veramente unici.

tomas.z

Il “Lombardia” ritorna a parlare italiano

Dopo otto lunghi anni di astinenza il “Giro di Lombardia” viene conquistato da un italiano….è Vincenzo Nibali che fa sua una delle classiche monumento del panorama ciclistico internazionale.

Vincenzo-Nibali-Astana-2015-Giro-di-Lombardia-pic-Sirotti-1020x678

Un’Astana monumentale ed un Diego Rosa in grande spolvero hanno contribuito  nella conquista di questa classica che da sola può fare valere una carriera.

Vincenzo attacca in salita ma non riesce a fare il vuoto e allora la differenza la fa in discesa con un’aggressività da motociclista e disegnando traiettorie veramente al limite.

Il video mostra cosa si riesce a fare quando si ha veramente la padronanza del mezzo.

Grandissimo Vincenzo.

tomas.z

Domenica saremo EROICI?

Eroica

Conclusa la stagione agonistica, come detto nei giorni scorsi,  adesso ci si può concedere la libertà di pedalare senza l’assillo del risultato-performance…. così dopo uno scambio di idee ed esperienze personali, abbiamo deciso che domenica si percorreranno le fantastiche strade bianche toscane portando a spasso le nostre Biciclette Eroiche.

Tomas, Gualtiero e Luca…..ecco i tre atleti del Bussola Mtb Racing Team che nel fine settimana sono chiamati a pedalare nelle terre Senesi sul percorso de L’Eroica di Gaiole in Chianti che proprio domenica coinvolgerà circa 6000 amanti delle biciclette storiche.

wpid-20150829_165810.jpg

Gualtiero e Tomas nel l’Olimpica strade bianche svolta a settembre

Per noi sarà sicuramente il percorso di 135km con ben 90km di strade bianche divise in vari settori e ben 2300 mt di dislivello, con la famosissima salita del Monte Sante Marie, fatta anche dai proff. nella gara a loro dedicata, dove la vera sfida è farla sui pedali…..

EROICA4

Monte Sante Marie

La manifestazione, oltre al tracciato da percorrere in bicicletta tassativamente storica, serve a far scoprire degli scorci di Toscana ormai dimenticati e soprattutto dei profumi che sono la vera caratteristica di questa regione. I ristori infatti, ricavati tra i più bei borghi d’Italia, sono pure loro Old Style con la famosissima ribollita, uova sode, crostata di frutta casereccia, salame da accompagnare con del fantastico vino rosso.

Eroica 2Eroica 3

Le biciclette sono pronte e tirate a lucido, l’abbigliamento storico già in valigia… il meteo sembra sorriderci… e allora che divertimento sia!!!

20150815_075738[1]

La Legnano di Tomas (1964)

tomas.z